L’arte dell’inganno – Ingegneria sociale

ingannoIl celebre pirata informatico spiega tutte le tecniche di “social engineering” che gli hanno permesso di violare sistemi di sicurezza ritenuti invulnerabili. Descrive le strategie impiegate dagli hacker, dagli agenti dello spionaggio industriale e dai criminali comuni per penetrare nelle reti. Si tratta di tecniche dell'”inganno”, di espedienti per usare la buona fede, l’ingenuità o l’inesperienza delle persone che hanno accesso alle informazioni “sensibili”; tecniche paragonabili alle strategie che Sun Tzu descriveva nel suo trattato sull’arte della guerra. Anche in questo caso, la manipolazione del “fattore umano”, la capacità di “ricostruire” le intenzioni, la mentalità e il modo di pensare del nemico diventa lo strumento più micidiale.

  • Antonio Glaneo

    Cosa può aver spinto un hacker a rivelare le tecniche del proprio lavoro?

  • Claudio Ianniello

    Che cosa ha dato origine a questo fenomeno che ha rovinato e che continuerà a rovinare molte persone innocenti?

  • Pasquale Di Nuzzo

    Come fanno gli hacker a manipolare e condizionare psicologicamente,così facilmente e agilmente le menti di utenti esperti ed inesperti? Quali sono le principali risorse che permettono a questi manipolatori di muoversi così facilmente in internet?